domenica 29 settembre 2013

Un pronto intervento per Rossella

21-22 Settembre 2013 - Giorni fa l'amico nonché meccanico Duilio Barcali di Firenze mi chiama per dirmi se voglio accompagnarlo a Lavis (Trento) dall'amico Patrick Nardelli per fare le necessarie regolazioni al motore della sua Rossella.
Non potendo rifiutare un tale invito, la mattina del 21 ci ritroviamo presso l'officina Barcali per affrontare il lungo viaggio che ci separa da Patrick e Rossella.
Poco dopo aver raggiunto la meta, mentre Duilio si dedica a Rossella, la moglie di Patrick mi prega di sbloccare la colonna vertebrale del cognato e così si stabilisce un singolare parallelismo d'intervento omeostatico uomo-macchina (perdonatemi l'erudizione).
Provata la piccolina sulle strade di Lavis, ci dirigiamo all' Hotel Vela dove prendiamo possesso delle nostre rispettive stanze.
La serata ci conduce ad una coinvolgente festa di paese presso la Vela (frazione di Trento) sulle note della musica e danze offerte dalla scuola di ballo "Ritmomisto" di Manuela Zennaro (moglie di Patrick).
Il giorno seguente Patrick ci suggerisce la visita al meeting del Club Cincent presso Lido di Levico e la giornata emana subito un aroma familiare.
Dopo una rapida sosta presso il bar del Lido di Levico, Duilio, la moglie Liuba ed io ci accomiatiamo da Patrick e il piccolo Timothy con la promessa di rivedersi prima possibile.



lunedì 23 settembre 2013

Povere ma belle!


La 500 Steyr-Puch non può essere certo definita povera ma una cosa è certa...è davvero bella!
Aprite il link :
http://www.motori24.ilsole24ore.com/D-epoca/2013/07/30-anni-auto-moto-epoca.php

sabato 14 settembre 2013

Gionni Ghetti e la sua Steyr-Puch del 59

13 Settembre 2013 - Sempre alla ricerca di nuovi appassionati nonché possessori di 500 Steyr-Puch vengo a sapere che ne ha una il meccanico Gionni Ghetti di Dicomano (Firenze).
Naturalmente non passano molti giorni e scoperto indirizzo e numero di telefono decido di partire con la mia Froggy (per chi ancora non lo sapesse é la mia 500 Steyr-Puch D) alla volta della sperduto paese di Dicomano per far visita a Gionni.
Dopo più di 4 ore di viaggio arrivo a destinazione ma l'officina di Gionni è giustamente chiusa per l'ora di pranzo, così attendo il suo ritorno che avviene alle 14.30 circa.
Appena Gionni mi vede, dato che si trattava di una sorpresa, capisce subito e mi viene incontro entusiasta sorridendo alla vista della mia Froggy.
 La sua officina è un'alcova di macchinine più o meno elaborate da una Abarth 695 a una 500 Turbo e naturalmente in una stanza a vetri separata, quasi a sottolinearne l'esclusività, ecco la sua 500 Steyr-Puch D1 del 1959.
Gionni e suo padre mi raccontano, mostrandomi alcune foto, che il restauro è stato pressoché totale dato che il 70% della carrozzeria della piccola 500 austriaca era corrosa dalla ruggine e con il motore bloccato.
Ora però la soddisfazione del risultato premia lo sforzo del restauro e Gionni mi fa sentire il rombo del suo boxer bicilindrico che canta con il suo sibilo caratteristico. Il sistema di scarico come nel mio caso è stato completamente creato dal nulla mantenendo però il doppio terminale in stile corsaiolo.
Gionni infine mi saluta promettendomi che un giorno, magari in occasione del raduno Fiat 500 Follonica del 2015, verrà a trovarmi con la sua Steyr... speriamo anche un po' prima!


video
Video - Il turbinante motore


Gionni, Froggy ed io

L'officina di Gionni
Il super motore con carburatore Solex da 42
Apri la bocca, fai "Aaaaaaaa!"

Gli interni fatti da un tappezziere
Il cruscotto con il San Cristoforo originale
Il doppio terminale di scarico

Il convogliatore
Il Typenschild e la targhetta dell'officina austriaca
Gli splendidi cerchi
La "695 Abarth"
La "500 Turbo"

giovedì 12 settembre 2013

Altro che Papamobile...

Anche se non si tratta di una mini o microauto, l'auto popolare della Renault è senza dubbio la Renault 4. Meglio conosciuta in Toscana con lo pseudonimo di "Mucca" forse per la sua attitudine campagnola. La cronaca di questi ultimi giorni ha riportato alla luce la celebre vettura di casa Renault per un straordinario episodio che coinvolge il Papa Bergoglio e un prete di Verona. L'amico Cesare Calcagno mi ha inviato questa bella mail che riassume appunto l'episodio suddetto:
< Papa Franceso ci ha abituati al suo stile vita e ai gesti umili. Le sue telefonate in risposta alle lettere dei fedeli sono ormai così frequenti che quasi non fanno più notizia, e sappiamo bene come preferisca le cose semplici all'opulenza.
Semplice è anche la sua nuova auto: una Renault 4, ricevuta in dono da un prete veronese, don Renzo Zocca. L'auto, targata VR779684, ha 300 mila chilometri nel contatore e due adesivi della squadra di calcio Hellas Verona sui finestrini.
Don Zocca racconta come l'abbia offerta al Papa in una lettera, dopo aver assistito a un discorso nel quale il Pontefice spiegava che papi, cardinali, vescovi, preti e suore non devono avere auto lussuose perché la Chiesa deve essere povera. Così don Zocca ha scritto al Papa, che con sua sopresa ha risposto con un telefonata accettando il regalo. "Appena ha visto la Renault - racconta il don - mi ha detto che a Buenos Aires aveva un'auto uguale e che non l'aveva mai lasciato a piedi. E pure io, in tanti anni, non ho avuto problemi">.
Ma il Papa come se la cava sulle strade? Lo racconta sempre don Zocca: pare che il Pontefice abbia fatto imboccare una via contromano. "Vai che qui si può, non passa mai nessuno", avrebbe detto Bergoglio al don, alla guida dell'auto. I due erano anche senza cinture. Ora è lo stesso Papa Francesco a guidare la Renault 4: la usa per spostarsi all'interno del Vaticano, seduto al volante disivolto e sicuro, dice chi l'ha visto all'opera.

martedì 10 settembre 2013

Raduno Fiat 500 alla Fiera del Bambolo

8 Settembre 2013 - Il simpatico cinquecentista Tommaso Stecca di Donoratico e la sua girlfriend Veronica Rocco hanno ideato un allegro raduno appoggiandosi alla Fiera del Bambolo, organizzata dall'ARCI di Donoratico. Gli Amici della Fiat 500 Follonica e il Club 500 Puffolandia hanno preso parte in gran numero allo strombazzante corteo che si è snodato tra gli incantevoli quanto poetici centri storici di Bolgheri (Livorno) e Castagneto Carducci (Livorno), il tutto accompagnato da ottimi vini e stuzzicanti aperitivi, ringraziando per questo il Podere "Lo Scopaio" di Massimo Piccinin. Presso il Parco delle Sughere dove si svolgeva la Fiera del Bambolo era stata allestita inoltre una straordinaria mostra statica di trattori d'epoca e strumenti agricoli dalla fine dell'800 fino alla prima metà del 900. Al prossimo anno dunque!

martedì 3 settembre 2013

Fuoco e fiamme per Pacetti

In diretta streaming la gara Lima-Abetone Storica edizione 2013, dove l'amico Giovanni Pacetti si è distinto sulla sua 500 Steyr-Puch prima serie versione corsaiola. Andate al minuto 22 per vedere la sua performance :

http://www.cronoscalatestoriche.it/log/comunicati-stampa/2012/664
e alla 27° Camucia-Cortona, il primo concorrente che appare nel video è ancora Giovanni sulla sua Steyr e riappare anche al minuto 10 e 22 secondi :